I miei consigli su come compilare la scheda prodotto di un e-commerce in Prestashop.

I miei consigli su come compilare la scheda  prodotto di un e-commerce in Prestashop.

I miei consigli su come compilare la scheda prodotto di un e-commerce in Prestashop.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questo articolo è nato come piccolissima guida per un nuovo cliente che comincia a muovere i primi passi nella realizzazione di una scheda prodotto del suo sito e-commerce realizzato in Prestashop.

Di seguito verranno forniti alcuni consigli utili a  risolvere  errori tipici che si commettono nella realizzazione di una scheda prodotto in un sito e-commerce (vedi precedente articolo su i 5 peggiori errori SEO nei siti e-commerce).

In una prima fase ho lasciato compilare al mio cliente, in maniera autonoma, le varie schede prodotto. Volevo che le schede fossero compilate nella maniera più naturale possibile, lasciandolo libero di presentare i prodotti così come lui li conosceva. Ma si sa, una cosa è presentare un prodotto ad un cliente di persona ed un’altra è mettere nero su bianco le stesse informazioni.

Sicuramente, se avessi chiesto al mio cliente di descrivermi a voce il prodotto, avrebbe potuto parlarne per almeno mezz’ora esaltandone tutte le caratteristiche e peculiarità ma, appena messa davanti una tastiera, quell’oggetto diventa un qualcosa da archiviare o inventariare, rendendo la presentazione del prodotto fredda e distaccata.

Di seguito una delle schede compilate dal mio cliente in piena autonomia.

scheda-2

 

Ecco i miei consigli:
 

1) Partiamo dall’importante informazione che in Prestashop il nome del prodotto  (nella foto la sezione 1) sarà anche il titolo della pagina, un elemento indispensabile per la ricerca del prodotto da parte degli utenti. Il titolo della pagina è una delle prime cose che leggeranno fra i vari risultati forniti da google ed è una informazione che google tiene molto in considerazione per capire di cosa tratta la nostra pagina. Per questo motivo quando pensiamo al nome che daremo al nostro prodotto cerchiamo di pensare anche a come sarà cercato dai nostri futuri clienti. Non penso che qualcuno cercherà “schiaccino palla 5mm FO”, molto probabilmente cercherà: “schiaccino palla oro 5 mm ottone” oppure: “Pallina coprinodo ottone colore oro 5 mm”.

2) La Descrizione Breve (nella foto la sezione 2) serve a far capire subito che cosa stiamo guardando (soprattutto al motore di ricerca). Questa descrizione va subito sotto il titolo nei risultati di ricerca e accanto alla foto del prodotto della nostra pagina.

Nella foto seguente vengono indicate le posizioni in cui le descrizioni e il titolo del prodotto sono disposti all’interno della pagina prodotto:

product4

 

 

La foto seguente, invece, rappresenta un risultato di ricerca di google delle parole “borsa doppia tasca violetta” . Il primo rigo rappresenta il titolo della pagina. Il secondo rigo l’indirizzo della pagina e il terzo viene recuperato dalla descrizione breve.

 

Immagine_serp

Google mette in risalto, tramite il grassetto, quelle parole (o sinonimi) che sono state inserite nella ricerca. Quindi anche graficamente l’occhio sicuramente andrà su quei risultati che hanno più parole in grassetto e nello stesso tempo formino frasi descrittive di senso compiuto. La parte sotto al titolo è proprio la descrizione breve. Quindi la tecnica è la stessa del titolo ma con un margine di manovra maggiore  circa 140-160 caratteri.

 

3) La Descrizione è la parte in cui il cliente, una volta entrato, cerca notizie rassicuranti sul prodotto che vorrebbe acquistare. Lui sa che questo è il prodotto che stava cercando, lo ha riconosciuto dalle foto dal titolo e dalla breve descrizione ma vuole essere rassicurato lo stesso. Il cliente vuole verificare ulteriormente che il prodotto è della dimensione, materiale, colore, peso … che voleva.  Vuole essere sicuro che il prodotto che sta visionando sia quello che voleva e che gli serviva. E’ in questa sezione che vanno inserite tutte quelle informazioni accessorie sul prodotto. Non trascuriamo la possibilità di elencare i possibili utilizzi dell’oggetto magari suggerendo delle personali esperienze di utilizzo.

Una descrizione tecnica è adatta per i più esperti mentre una descrizione più “colloquiale” è adatta per un pubblico di  meno esperti. Un mix delle due cose permetterà  di ampliare maggiormente il pubblico di riferimento.

Possiamo dire che questa sia la fase più faticosa di tutte ma è sicuramente anche la più apprezzata dai visitatori. E’ qui che si crea il primo legame con il negozio e si definisce il carattere distintivo nel nostro sito rispetto a tanti altri.

 

4) I Tags. Questa sezione serve per farsi trovare all’interno del sito tramite il motore di ricerca interno. Non servono frasi lunghe ma semplici parole che velocizzino e scremino i risultati di ricerca all’interno del vostro catalogo. Per quanto riguarda il nostro esempio posso dire che va bene.

 

In conclusione questa piccola guida vuole essere solamente un primo approccio alla scheda prodotto di un e-commerce e nello specifico a una scheda realizzata per un sito creato in Prestashop.

Questi, a parer mio, sono i principali passi da compiere per poter creare una buona scheda prodotto. L’arte di creare la scheda perfetta si acquisisce con il tempo e con diversi tentativi.

Non abbiate paura di sperimentare.

Per le vostre domande:


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •